Movie challenge: The Danish girl

the-danish-girl-eddie-redmayne

The danish girl“, di Tim Hooper (Les Miserables, Il discorso del re), un film che ho molto atteso e che non ha deluso le aspettative. Sarà grazie a Eddie Redmayne (chiamato amichevolmente Marius, dopo la visione dei Miserabili) ed alla sua interpretazione molto toccante. Ma la vera scoperta é stata Alicia Vikader (Ex Machina, Kitty in Anna Karenina).

Ho amato il suo personaggio, molto umano e non distaccato.
La caratterizzazione dei due personaggi principali è andata di pari passo, scoprendo Einar anche attraverso gli occhi di sua moglie Gerda.

tumblr_o21bxaWg3F1v6d819o1_500.gif
Entriamo nella vicenda da subito, senza troppi preamboli e scene inutili, e questo è stata una scelta vincente. Se vi aspettate di vedere drammi, lacrime per la presa di coscienza del proprio io, non é cosí. La scoperta del proprio io e della consapevolezza di voler essere qualcun altro avviene velocemente, senza troppe paure o angosce, cosa che ho indubbiamente apprezzato.
Avrei voluto dare più spazio ai diari di Einar, dal quale David Ebershoff, l’autore del romanzo omonimo, ha attinto informazioni per ispirarsi, e vorrei che venisse pubblicato in Italia.

tumblr_o0ojxoRjGI1uciv31o10_1280.png

Il trattamento dei colori, quasi sempre sui toni del blu e del verde nelle scene in Danimarca, sembrano riprendere i colori stessi utilizzati da Einar nelle sue opere, per poi diventare più caldi, come quelli usati nelle opere della moglie, dove Lili/Einar candida protagonista di un’epoca che cambia, che transita, domina la scena.
Infine, i colori sembrano mescolarsi, ora caldi ora freddi verso le scene finali, raggiungendo una medietà complementare, così come le vite vissute dai protagonisti.

tumblr_o20lvho85A1v7rlnfo1_540

La colonna sonora di Alexandre Desplat (lo stesso di Grand Budapest Hotel dove si è aggiudicato l’oscar come miglior colonna sonora) variegata, da motivi più cupi e drammatici ad allegri waltzer.

tumblr_o0ojxoRjGI1uciv31o1_1280.png
Il cast é davvero stato notevole. La storia scorre attraverso gli occhi dei due personaggi che si fondono e si separano, per poi ritrovarsi indissolubilmente legati. Non ci sono molti dialoghi sulla scelta presa da Einar di diventare Lili con Gerda. Quello che poteva sembrare un’ostacolo o un blocco causato dall’incomunicabilità, viene riempito dalla comprensione e dall’amore incondizionato, non per un corpo, maschile o femminile, ma per la persona e per la sua anima. Il messaggio che Gerda ed Einar ci donano è toccante.

tumblr_o15o0ryWN81u4mciio2_1280.png

la storica Lili e Eddie.

Un film che dovrebbe esser fatto vedere a tutti coloro che non hanno ben idea di cosa possa essere una transizione (se pensiamo che è tratto da una storia vera e siamo a cavallo tra gli anni 20 e 30), e che dietro al processo, non c’è un desiderio egoista o una malattia, ma una persona che prova emozioni, che vive, soffre, ama e spera in un futuro differente.

Qui potete trovare il romanzo, mentre qui la colonna sonora. Se vi interessa, cercatevi la storia e le opere di Gerda Wegener così incontrerete certamente Lili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...